Storie in Coda è la nuova APP di Follie Letterarie, nata con l’intento di permetterti di leggere racconti brevi per ingannare l’attesa ovunque tu sia: dal dentista, in posta, in banca o in metropolitana.

Vieni a leggere il post per conoscere più da vicino il nuovo progetto di Follie Letterarie e chissà che quel racconto che hai nel cassetto da tempo, non possa finalmente vedere la luce.

Storie in Coda: la APP per leggere racconti

L’idea della app Storie in Coda ha preso spunto dal distributore automatico di racconti che si trova presso tutte le fermate dei mezzi pubblici a Grenoble, in Francia (qui trovi l’articolo relativo). Con Storie in Coda però, anziché dichiarare guerra agli smartphone, ho preferito fare dei telefonini i miei alleati esclusivi nel diffondere  storie da leggere.

All’interno di Storie in Coda potrai leggere racconti di vario genere e lunghezza per impegnare il tempo durante le attese, per regalarti un briciolo di emozione e ri-scoprire il piacere della lettura.

I racconti sono di vario genere e puoi sbizzarrirti fra horror, noir, chick-lit, storie d’amore e surreali.

App per leggere Storie in Coda

 Come si articola Storie in Coda

I racconti di Storie in Coda si articolano in due sezioni, “Racconti in Piedi” e “Racconti in Relax“.

La prima riguarda storie molto brevi che non superano le 700 parole e che possono essere lette in velocità quando devi rimanere in piedi in attesa. La seconda sezione invece riguarda racconti più lunghi, che possono essere letti comodamente seduti in poltrona quando la tua attesa è decisamente più lunga.

Oltre ai racconti, troverai la pagina dedicata agli scrittori con le foto e le biografie che li riguardano. Attraverso la app potrai inoltre  scorrere i post del blog di Follie Letterarie e le pagine social della casa editrice.

app per leggere Storie in Coda

La Mission

Diciamocela tutta: ciascuno di noi appena si ferma qualche secondo, non esita a tirare fuori il cellulare per scorrere le bacheche di Facebook o avviare una chat.  Personalmente, quando raramente mi capita di vedere in giro qualcuno che legge un libro, mi sembra di aver visto l’unicorno.

Storie in Coda nasce con l’intento di riavvicinare le persone alla lettura attraverso uno strumento ormai diventato, nel bene o nel male, indispensabile:  il telefonino.

Se non puoi sconfiggere il nemico, alleati con lui. Condividi il Tweet

 app storie in coda

Dove scaricare Storie in Coda

Storie in coda è disponibile gratuitamente per tutti i principali smartphone: iPhone, Android e HTML5

Collegati con il tuo smartphone e scarica subito l’app dal tuo Mobile Application Store.

Per GooglePlay cerca “Follie Letterarie”

App store Storie in Coda   App Store Storie in Coda

 

android Storie in Coda  google play Storie in Coda

 

html5 Storie in Coda   HTML5 Storie in Coda

Da oggi Storie in Coda è anche newsletter

Scarica la APP e attiva le notifiche push. In questo modo potrai essere sempre aggiornato sui racconti in uscita, ma non solo. Da oggi non ti perderai più eventuali sconti e promozioni in atto sui libri del catalogo di Follie Letterarie.

Con Storie in Coda, quindi,  non solo potrai ingannare le attese leggendo brevi racconti, ma sarai sempre informato sulle nuove uscite, sui post e sugli eventi della casa editrice.

La nuova sezione Cantastorie

Storie in Coda la APP per leggereSei in attesa, ma non hai gli occhiali e quindi non riesci a leggere? Devi guidare e ovviamente non puoi distrarti leggendo? Per te nascono gli AudioRacconti di  Storie In Coda, i RaccontiBrevi della APP di Storie in Coda, letti per te. Li puoi ascoltare in qualsiasi momento.

Il piacere della narrazione con Storie in Coda, non conosce limiti

Rassegna Stampa

Non appena lanciata, Storie in coda ha incontrato l’entusiasmo di molti. Anche i media hanno dimostrato interesse e curiosità, riconoscendo il valore di un’iniziativa culturale innovativa (clicca sui nomi per aprire il link).

Repubblica.it

Libreriamo la piazza digitale per chi ama la cultura;

Cultora il portale italiano di informazioni culturale;

Supereva il portale che segue i trend della rete;

StartupItalia il più grande magazine delle startup;

Formica Argentina portale di approfondimento e conoscenza;

ForexInfo.it  Forex, Trading, Economia e Finanza;

Radio Capital se ne è parlato all’interno del programma “Non c’è duo senza té del 30/05/2016;

Radio San Marino  Follie Letterarie intervistata ai microfoni di Chicco Giuliani.

Testate giornalistiche locali: L’Informazione di San Marino, la Tribuna di San Marino, La Serenissima, la Voce di Romagna

I giornali parlano di Storie in coda

Rassegna stampa

Fai la tua donazione

Storie in coda nasce con l’intento di riavvicinare le persone al piacere inestimabile della lettura, scommettendo editorialmente sui nuovi, talentuosi scrittori. Attualmente la APP è supportata esclusivamente dalla casa editrice “Follie Letterarie” in quanto né Storie in Coda, né la casa editrice ricevono sovvenzioni governative.

Dona per Storie in Coda

Storie in coda vorrebbe eliminare la pubblicità, consapevole che infastidisce il lettore e con la quale, a fatica, cerca di coprire i costi.

Con il tuo aiuto possiamo portare a termine questa missione; se un decimo dei nostri lettori ci donasse 5 Euro potremmo eliminare subito la pubblicità per un anno, ma anche 2 soli euro, l’equivalente di un caffè con brioche, rappresenta un aiuto sostanzioso alla causa.

Funding per Storie in Coda

Interagisci con la app

Puoi lasciare un commento ai vari racconti, ma ricorda, devi sempre rispettare le regole della buona educazione, perché non sono ammessi linguaggi volgari, bestemmie o insulti gratuiti.

I commenti danno voce alla tua opinione purché nel rispetto reciproco all’interno di un sano confronto costruttivo.

Come inviare il tuo racconto

Se anche tu hai dei racconti brevi che sono in quel cassetto a prendere la polvere da mesi, inviali a info@ follieletterarie.com per farli visionare.

Non ci sono limitazioni di genere, però i racconti non dovrebbero superare le 15.000 battute spazi inclusi e soprattutto, dovranno essere autoconclusivi, portatori di un messaggio chiaro, di forte impatto e in grado di lasciare traccia in chi legge.

Una bella sfida per uno scrittore, che aspetti a raccogliere il guanto?

Se l’idea della app ti piace, scaricala gratuitamente sul tuo telefonino e  condividi questo post sulle tua pagine social per aiutarne la diffusione, grazie!

Taggato come: